Foto di Fatima Calabrese - Lotzorai (OG) 2011

giovedì 8 agosto 2013

SULL'AMORE

Tratto da "Con te e senza di te" di Osho Rajneesh


"Le persone si dicono: «Mi piaci». Perché non si dicono: «Ti amo»? Perché l’amore è impegno, coinvolgimento, rischio, responsabilità. L’attrazione è solo momentanea: oggi puoi piacermi, domani no; non c’è rischio in questo. Quando dici a una persona: «Ti amo», corri un rischio. Stai affermando: «Ti amo: continuerò ad amarti, ti amerò anche domani. Puoi dipendere da me, è una promessa».
L’amore è una promessa, mentre l’attrazione non : ha nulla a che vedere con le promesse. Quando dici a un uomo: «Mi piaci», stai affermando qualcosa su te stessa, non sull’uomo. Dici: «Io sono fatta così, mi piaci. Mi piacciono anche i gelati e la mia macchina. ; Tu mi piaci allo stesso modo». Stai dicendo qualcosa di te stessa.

Quando dici a qualcuno: «Ti amo», stai dicendo qualcosa su quella persona, non su di te. Stai dicendo: «Sei amabile». La freccia è puntata verso l’altra persona. È rischioso: stai facendo una promessa. L’amore ha in sé la qualità della promessa, dell’impegno, del coinvolgimento. E l’amore ha in sé qualcosa dell’eternità. L’attrazione è momentanea, non è né rischiosa né implica responsabilità.


Mi chiedi: Qual è la differenza tra provare attrazione e amare? Inoltre, qual è la differenza tra l’amore ordinario e quello spirituale?

Provare attrazione e amare sono cose diverse, ma non c’è differenza tra l’amore ordinario e quello spirituale. L’amore è spirituale. Non mi sono mai imbattuto in un amore ordinario; la cosa ordinaria è provare attrazione. L’amore non è mai ordinario; non può esserlo, è intrinsecamente straordinario. Non è di questo mondo.

Quando dici a una donna o a un uomo: «Ti amo» stai semplicemente dicendo: «Non posso farmi ingannare dal tuo corpo, ti ho visto. Il corpo potrebbe diventare vecchio, ma io ti ho visto, ho visto la parte incorporea di te. Ho visto la parte più profonda di te, quella divina». L’attrazione è superficiale. L’amore penetra al centro stesso della persona, tocca la sua anima.

Nessun amore è ordinario. Non può esserlo, altrimenti non sarebbe amore.

Definire «ordinario» l’amore vuol dire fraintenderlo completamente. L’amore non è mai ordinario, è sempre straordinario, è sempre spirituale. Questa è la differenza tra l’attrazione e l’amore: l’attrazione è materiale, l’amore spirituale.

Quando hai parlato della differenza tra amore e piacere mi hai veramente confuso. Hai detto che l’amore è un «impegno», e io ho sempre creduto che l’impegno fosse un’altra forma di attaccamento.
Amo molte persone, ma fondamentalmente non mi sento «impegnato» con loro. Come posso prevedere se domani le amerò ancora ?
La domanda è significativa. Dovete stare molto, molto attenti, perché è anche sottile e complessa.

Quando io dico che l’amore è un impegno, cosa intendo dire? Non voglio dire che dovete fare promesse per il domani, tuttavia la promessa esiste. Voi non dovete fare promesse, eppure la promessa è presente. Queste sono la sottigliezza e la complessità della tua domanda.
Tu non dici: «Ti amerò anche domani», ma nel momento d’amore quella promessa c’è, è assolutamente presente: non ha bisogno di essere espressa.

Quando ami una persona, non puoi pensare diversamente. Non puoi pensare che un giorno non l’amerai più. È impossibile, non fa parte dell’amore.
Non voglio neanche dire che non potrai più uscire da questa storia d’amore: può finire, può non finire. Questo non è importante. 
Ma quando vivi un momento d’amore, quando tra due persone scorre energia, si crea un ponte, un ponte aureo, grazie al quale sono unite.
La tua mente non è in grado di comprendere, né di concepire, che esisterà mai un tempo in cui non sarai più con questa persona, e in cui lei non sarà più con te.
Semplicemente questo non accade!
Questo è «impegno».
Non lo esprimi, non vai da un giudice di pace per fare un’affermazione formale:
«Starò con te per sempre!». In realtà, fare una simile dichiarazione dimostra solo che non esiste alcun amore: hai bisogno di
un certificato legale. Se l’impegno esiste, non è necessario alcun certificato legale.
Il matrimonio è necessario perché manca l’amore. Se esiste un amore profondo il matrimonio non sarà affatto necessario.
Perché ci si dovrebbe sposare? Sarebbe come innestare delle gambe a un serpente, oppure dipingere di rosso una rosa rossa. È inutile! Perché andare in municipio?
Dentro di te deve esistere una paura… l’amore non è totale.
[...]

E quando sei in amore, ti accade naturalmente, non devi programmarlo. Questo sentimento sorge naturalmente. A volte si esprime anche con le parole: «Ti amerò per sempre» che nascono dalla profondità di questo momento.
Ricorda: non si parla affatto del domani. Non si tratta di una promessa.

Semplicemente, la profondità e la totalità dell’amore sono tali per cui ti viene spontaneo dire: «Ti amerò per sempre, per l’eternità. Nemmeno la morte riuscirà a separarci». Questo è un sentimento d’amore totale.
E lasciamelo ripetere, questo non vuol dire che domani sarete insieme. Chi può saperlo? Non e’ affatto importante: il domani si prenderà cura di se stesso. Il domani non entra mai in una mente innamorata. Non si riesce neppure a concepire un domani; il futuro scompare: questo momento diventa eternità. Questo è impegno.

E un domani… è possibile che non sarete più insieme, ma non sarà un tradimento. Non è un inganno, non è una frode. Vi sentirete tristi, vi dispiacerà, ma dovrete separarvi… e non sto neppure dicendo che debba succedere: può non accadere. Dipende da un’infinità di elementi.
La vita non dipende solo dal vostro amore. Se dovesse dipendere solo dal vostro amore, vivreste per sempre; ma la vita dipende da mille altri fattori. L’amore ci fa sentire che: «Vivremo insieme per sempre», ma l’amore non è la totalità della vita.
Quando l’amore è presente, è così intenso che ci si sente ubriachi. Poi subentrano mille altri fattori, a volte insignificanti… ti innamori di un uomo, e in) quel momento sei pronta ad andare all’inferno con lui, e puoi anche dichiararlo, non è un inganno.
Se dici: «Ti seguirò anche all’inferno», sei assolutamente vera e sincera, non è affatto una bugia! Ma un domani, vivendo con quest’uomo, potresti scoprire piccole cose - per esempio, una vasca da bagno sporca - che ti danno fastidio…
l’inferno è qualcosa di remoto, non è necessario andare così lontano. È
sufficiente una vasca da bagno sporca! Oppure qualche piccola abitudine: di notte, l’uomo russa e ti fa impazzire! Eri pronta ad andare all’inferno… ed era vero!

In quel momento eri autentica, non era una bugia, non avevi intenzioni nascoste… ma quell’uomo russa di notte, oppure il suo sudore ha un odore insopportabile, oppure ha il fiato pesante e quando ti bacia ti sembra una tortura. Piccole cose, cose insignificanti: quando si è innamorati non ci si pensa… chi va a pensare alla vasca da bagno, chi pensa al russare?"

Oppure ecc... ecc... ecc.....


1 commento:

  1. ...'oppure si dorme in letti e camere separate'....bentornata cara Fatima, sono contento di aver letto tante belle verità e a pensarci bene mi rendo conto di averne vissute tante direttamente, sia belle che brutte...ti auguro di trascorrere un fine estate bello e sereno...sincero abbraccio...

    RispondiElimina

CIAO, DIMMI A COSA PENSI...◕‿◕

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...