Foto di Fatima Calabrese - Lotzorai (OG) 2011

venerdì 19 aprile 2013

....

Già sapeva che si sarebbe pentita per ciò che stava per fare, ma lo fece ugualmente. 

- Pronto.
- ....
- Pronto?
- ....
- click.


- Pronto??
- Non è vero.
- Non è vero cosa? Chi parla?
- Ma quale avventura colorata, quale diversivo, quale sogghigno...

- ....
- Quale rabbia, quale gioco.
- ....
- Non si può dire addio a qualcosa che non è esistito, dunque se l'abbiamo fatto, vuol dire che in qualche modo c'è stato.
- ....
- Gli occhi non piangono, né ridono, per il nulla, l'anima non si strazia per il niente, se l'hanno fatto in qualche modo qualcosa c'è stato.
- ....
- Se decidi di fare della memoria una tabula rasa forse è perchè non c'è più spazio per l'odio, né per l'amore, anche solo immaginati. Ma se hai sofferto allora, in qualche modo, qualcosa c'è stato.
- ....
- click

Maledisse se stessa per quelle parole.



16 commenti:

  1. "non farlo, non farlo"... lo fai... ... ... "te l'avevo detto". mi si è accartocciato il cuore a leggere questo post, scritto benissimo, che narra di una situazione fin troppo nota...
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bella immagine, Ellie, il cuore che si accartoccia, ma da l'idea di ciò che si proverebbe.
      Un bacio cara

      Elimina
  2. Ciao,
    a leggere il post si stà mela, perchè alla fine, almeno una volta nella vita, ognuno di noi ha avuto una chiamata simile.
    Molto brava era davvero profondo
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Audrey, che poi la chiamata sia vera o finta, ciò che contano sono le emozioni che ci stanno comunque dentro...

      Elimina
  3. Sempre esaltante il leggerti...
    Mai rasare a zero la memoria , ma neanche diventare schiavo dei rimpianti...
    Un dolce abbraccio!

    RispondiElimina
  4. ...una eco che suona come tormento. Un sentimento che rimbalza fra le pareti dell'anima. E che non vuole saperne di cadere nella gola di oblio...:-((( Un demone cieco che si nutre dei sensi e del pensiero di Amore per diletto e per sua naturale virtù....struggente telefonata nella sua verità...
    ...abbraccio cara amica mia..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I demoni esistono solo se permettiamo loro di esistere, così ti dico solo: chi demone ferisce, di demone perisce...
      Un abbraccio caro amico

      Elimina
  5. ...se lo faceva ugualmente è perchè aveva bisogno di liberarsi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti Gianna, un pò come ho detto sopra a Sergio, proprio così....

      Elimina
  6. Mi sono permessa di pubblicare la tua poesia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho vista Gianna, sei stata dolcissima, grazie!!!

      Elimina
  7. sul mio blog c'è un regalo per te!
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho visto anche il tuo bel regalo, Ellie! Grazie, oggi giornata di bei pensieri, che carine siete state!!
      Un bacione grande

      Elimina
  8. la consapevolezza di ciò che è stato soffoca l'anima. Riaffiorano dolori malsani. Era tanto tempo fa, cioè ieri. Posso solo amarti, per i tuoi capelli sottili che coprono il tuo sguardo. Dolce notte Fatima.

    RispondiElimina
  9. Ciao, complimenti per il tuo blog, davvero molto bello!
    Bello questo post, e chi non ha fatto una cosa del genere almeno una volta?
    E sai che ti dico? Fa male, ma non è mai un errore, svuotare la propria anima...
    Ciao Fatima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte non fa male affatto e perchè è un grosso errore...

      Elimina

CIAO, DIMMI A COSA PENSI...◕‿◕

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...